C'era un giorno tanto sole
dietro i ferri del cancello.
Sulle rive del ruscello
Vi baciai senza parole.

Una stretta ci confuse
sopra il mare di lillà,
poi la porta si rinchiuse
sulla mia felicità.

Villa triste,
tra le mammole nascoste,
del color delle ametiste,
poche cose son rimaste.

Le domande, le risposte,
il colore della veste,
la canzone che cantaste,
le bugie che mi diceste.

Villa triste!

Sotto il cielo rappezzato,
tutto a grappoli d'argento,
c'è una luce di sgomento
nel giardino abbandonato.

Sulla siepe di mortella
singhiozzando il vento va.
È una lacrima ogni stella
che nessuno asciugherà.

Villa triste,
tra le mammole nascoste
del color delle ametiste
poche cose son rimaste.

Le domande, le risposte,
il colore della veste,
la canzone che cantaste,
le bugie che mi diceste.

Villa triste!

Dietro l'ombra delle imposte
quante cose son rimaste.

Villa triste!

Video erróneo?